Home » Agenda Brasil 2016

Agenda Brasil 2016

POSTER SITO 2016-ok-01

 

AGENDA BRASIL 2016
Milano – 29 ottobre – 6 novembre
Cinema, eventi musicali e letteratura nei luoghi della cultura milanese.


Selezione film
 

Nise, o coração da loucura

(Roberto Berliner, Brasile 2016, 108’). Con Glória Pires, Simone Mazzer, Julio Adrião
Nella Rio de Janeiro negli anni quaranta la dottoressa Nise da Silveira, che lavora in un ospedale psichiatrico, propone un nuovo trattamento per i pazienti che soffrono di schizofrenia, abolendo l’elettrochoc e la lobotomia. I suoi colleghi la ostacolano e la isolano nel settore di Terapia Occupazionale, abbandonato da tempo. Qui dà inizio a un nuovo approccio terapeutico legato all’amore e all’arte.
Premio come Miglior Film nella settima edizione del Cine Fest Brasil; Miglior film Giuria Popolare al Festival di Rio, 2015; Miglior film e migliore attrice al Festival di Tokyo, 2015.

Trailer

 

Big Jato

(Cláudio Assis, Brasile 2016, 93’). Con Matheus Nachtergaele, Rafael Nicácio, Marcelia Cartaxo.
Francisco attraversa le strade del Pernambuco e guarda il mondo dal finestrino del Big Jato, il camion autospurgo su cui lavora con il padre. Il suo animo però è quello di un poeta, artista, libero e anarchico, proprio come suo zio Nelson. Indeciso tra seguire il padre che crede solo nel duro lavoro e i sogni di libertà, dovrà prendere una decisione.
Premio miglior film, miglior attrice, miglior attore e miglior sceneggiatura al Festival di Brasilia del Cinema Brasiliano, 2016.

Trailer

 

Estive em Lisboa e lembrei de você

(José Barahona, Brasile 2016, 94’). Con Paulo Azevedo, Amanda Fontoura, Renata Ferraz.
Basato sul romanzo di Luiz Ruffato. Sérgio vive in Minas Gerais e lavora nella compagnia industriale di Cataguases. La sua vita modesta avrà una svolta quando, da emigrante, partirà per Lisbona. Non incontrerà ciò che si aspettava.
Trailer

 

Mundo cão

(Marcos Jorge, Brasile 2016, 122’). Con Babu Santana, Lázaro Ramos, Adriana Esteves.
Ambientato a San Paolo nel 2007, prima che entrasse in vigore la legge che vieta il sacrificio degli animali abbandonati. Santana è un operatore del Centro di Controllo delle Zoonosi di São Paulo e il suo lavoro è raccogliere i cani randagi. Un giorno cattura un enorme cane rabbioso, nessuno si presenta per riprenderselo e dovrà essere soppresso. Il padrone, arrivando solo dopo alcuni giorni, incolperà Santana e tramerà una crudele vendetta.
Premio del pubblico al festival del cinema brasiliano a Parigi, 2016.

Trailer

 

A familia Dionti

(Alan Minas, Brasile 2015, 97’). Con Murilo Quirino, Antonio Edson, Anna Luiza Marques Paes.
Il giovane Kelton vive con il fratello e al padre nell’entroterra di Minas Gerais. Il ragazzo soffre molto la mancanza della madre che, “trasformandosi”, li aveva abbandonati. Si innamora di una compagna di classe ma ha paura di dover affrontare lo stesso destino della madre. I sintomi ci sono: suda troppo, sviene… Kelton si sta sciogliendo? Un dramma famigliare ricco di magico realismo, originale e poetico.
Premio come Miglior Film al Festival di Brasilia, 2015.
Selezione ufficiale della Mostra di São Paulo e del Festival Youngabout di Bologna, 2015. Miglior film per il pubblico al FESTin di Lisona nel 2016.

Trailer

 

Jules e Dolores: o roubo da taça

(Caíto Ortiz, Brasile 2016, 90’). Con Paulo Tiefenthaler, Taís Araújo, Danilo Grangheia.
Basato su un fatto realmente accaduto. Peralta è un semplice agente assicurativo ed è molto sotto pressione. I debiti accumulati, il lavoro, l’ultimatum della fidanzata Dolores per sposarsi. Quando tutto sembra perduto, Peralta escogita un piano che risolverà tutti i suoi problemi. Con l’aiuto del suo amico Borracha, decide di rubare la “Jules Rimet”, la Coppa del Mondo di calcio vinta dal Brasile nel 1970.
Premio del pubblico nella mostra “Visions” del festival del cinema, della musica e della tecnologia South by Southwest, Stati Uniti 2016.

Trailer

 

Simonal – ninguém sabe o duro que dei

(Cláudio Manoel, Micael Langer, Brasile 2007, 84’). Con Chico Anysio, Nelson Motta, Ricardo Cravo Albin.
La carriera folgorante di Wilson Simonal, da ex-caporale a cantante di successo negli anni ‘60. Dai milioni di dischi venduti e gli stadi pieni ai suoi concerti, fino alla rovina con l’accusa di essere stato un informatore della dittatura militare che lui ha sempre negato.
Lanciato da Carlos Imperial, Simonal vendette milioni di dischi e riempì gli stadi durante i suoi concerti finché fu condannato all’ostracismo dovuto all’accusa di essere stato un informatore della dittatura militare, cosa che ha sempre negato.
Grande Premio del Cinema Brasiliano 2010 come: Miglior lungometraggio documentario; Miglior montaggio di documentario; Miglior suono; Miglior colonna sonora originale.
Menzione d’onore al Festival Internazionale dei Documentari – É Tudo Verdade, 2008.
Miglior film – Giuria ufficiale e Miglior film – Giuria popolare al Festival di Paulínia, 2008.
Miglior film al Brazilian Film Festival di Toronto, 2009.

Trailer

 

Clarisse ou alguma coisa sobre nós dois

(Petrus Cariry, Brasile 2015, 84’). Con Sabrina Greve, Everaldo Pontes, David Wendefilm.
Clarisse parte da Fortaleza per raggiungere il padre in fin di vita, nell’entroterra. Scoprirà segreti dalla sua infanzia che riguardano il fratello morto. In un clima teso e claustrofobico, Clarisse si immerge in un turbinio di emozioni.
Trailer

 

Tributo a Hector Babenco (1946 – 2016)

 

Carandiru

(Hector Babenco, Brasile, Argentina 2003, 145’). Con L. C. Vasconcelos, Milton Gonçalves, Rodrigo Santoro, Wagner Moura.
Nel famigerato carcere di Carandiru, un medico volontario conduce un programma di lotta e prevenzione dell’AIDS, malattia dilagante come un’epidemia fra la popolazione carceraria, a causa della diffusione della droga e dei rapporti sessuali promiscui. Il medico verrà a contatto con un mondo abitato da un’umanità feroce e disperata, che lotta per la sopravvivenza quotidiana, tra ordinaria sopraffazione e squarci di solidarietà, violenza onnipresente e rara speranza, secondo regole non scritte di convivenza.
Miglior film al Festival di Cartagena e al Bangkok Film Festival. Premi al Festival di Havana e al Gran Premio Cinema Brasil.

Trailer

 

Il bacio della donna ragno

(Hector Babenco, USA, Brasile, 1985, 120’). Con William Hurt, Raul Julia, Sonia Braga. Dal romanzo di Manuel Puig.
Molina, omosessuale condannato per corruzione di minorenne, è in cella con Valentin, politico ribelle per estorcergli informazioni. Nella forzata convivenza, Molina gli racconta i film che hanno deliziato la sua giovinezza e la coabitazione porterà a conclusioni inaspettate.
Per questo film William Hurt ha ricevuto come miglior attore i premi Oscar, Cannes, BAFTA.

Trailer

 

A breve il calendario delle proiezioni e il programma degli appuntamenti musicali e culturali.
Seguici anche su Facebook , Twitter , Instagram